Persi 5 kg (e una taglia) in un mese. Con “La dieta del Super Metabolismo” si può [no avd]

Finalmente riesco a postare una recensione a cui tengo tanto, perché è anche un consiglio per chi, come me, non riesce a perdere neanche più un etto stando a dieta perenne oppure sì, perde qualche chilo ma poi lo recupera appena infila un grissino in bocca.

La prima volta che mi sono messa a dieta è stata all’università. Ha funzionato benissimo ma solo perché ho eliminato il cheeseburger del pranzo (avevo un McDonald vicino all’università che era la nostra tappa fissa!), il gelato a merenda, il cornetto a mezzanotte. Non che mangiassi tutte queste cose regolarmente ma facevo una vita da studentessa universitaria, tra ore noiose di gruppo di studio, con amici maschi e patatine, serate alcoliche in riva al mare, orari improbabili…

Dopo i primi risultati mi sono fermata lì ma la mia dieta è diventata perenne. Avevo praticamente eliminato pasta, pane, fritti, dolci, il tutto mentre il mio ragazzo e amici si godevano una buona cenetta davanti a me e alla mia triste insalata o verdure grigliate. Ovviamente poi mi fiondavo sul primo panino disponibile a casa (con dentro mezzo frigorifero, dal pomodoro alla marmellata) e riprendevo il peso perso, con gli interessi. Per fortuna ho sempre fatto molto sport quindi alla fine mi sono salvata. Ma ero sempre in bilico tra la dieta e una vita serena.
Con la gravidanza poi ho preso 18 kg e dopo la nascita di Pablito me ne sono rimasti 8 addosso che ancora faticavo a perdere. Facendola breve, dopo mesi di dieta (e che palle, posso dirlo???), nutrizionisti, visite mediche ecc. sono riuscita ad ottenere pochi risultati, ero ancora ferma a un + 5 kg.
Beh, in un mese li ho persi senza sentire fame
Si chiama “La dieta del supermetabolismo”, elaborata dalla Haylie Pomroy (sempre sia lodata!), nutrizionista ed esperta di salute, adorata da tutti i vip di Hollywood (da Jennifer Lopez a Robert Downey Jr). Di solito i divi fanno diete da cretini, invece in questo caso la Pomroy, denominata anche “la donna che sussurra al metabolismo” , indica solo la strada da seguire per riattivare il metabolismo reso lento da chi, come me, ha privato il proprio corpo degli alimenti giusti e l’ha costretto per anni a farsi bastare qualche foglia di lattuga e 50 gr di pasta.
In poche parole, è come se il mio fisico avesse detto, ogni volta che gli regalavo una fetta di pane: “Oh, fammi mettere su un po’ di grasso di riserva, che questa matta chissà quando mi da di nuovo energia e io devo pur tirare avanti!”. Così ingrassavo anche mangiando quell’unica fetta.
Con questa dieta ho ripreso a mangiare regolarmente, ogni 3 ore, porzioni più che decenti, anzi, molto più di quanto mangiassi prima. Ho scoperto che per cucinare sano non serve poi tutto questo dispendio di tempo, basta organizzarsi, anche con una peste casinara come Pablito in giro per casa. Ed ecco il mio risultato finale…
 

Ho scoperto alimenti che non avevo mai assaggiato…avocado, mango, orzo perlato, riso venere, farina di ceci, humus, scalogno, foglie di menta, semi di zucca, porridge…ho iniziato a seguire le ricette indicate nel suo libro, “La dieta del supermetabolismo”, e oltre a perdere centimetri e chili ho imparato che il cibo può essere un prezioso alleato.
…ad esempio il porridge bounty: fiocchi d’avena, mirtilli, cocco fresco tritato, cacao
biologico in polvere. Una colazione sana e dopo vi sfido ad avere fame per le tre ore successive.
A volte fare lo spuntino era un sforzo…ma che dobbiamo fare? Ci sacrifichiamo, no? 😉

 

Il motivo è spiegato semplicemente in quelle pagine, non serve essere nutrizionisti per capire come il cibo può aiutare tiroide, ghiandole surrenali, il fegato, la ghiandola pituitaria a fare il loro dovere e a collaborare per bruciare gli alimenti in modo corretto.
Smonta falsi miti come le CALORIE
“Una caloria è in realtà una kilocaloria (Kcal), unità di misura utilizzata in chimica (…)
Una caloria è la quantità di energia necessaria per aumentare di 1 grado Celsius la temperatura di un kg di acqua quando il cibo è sigillato e ridotto in cenere in un contenitore immerso nell’acqua.
Una caloria non è un oggetto. Che cosa c’entra con voi e con il vostro corpo del cibo sigillato e ridotto in cenere? Assolutamente nulla!”
Il mito secondo cui mangiando meno si dimagrisce, quando in realtà si rosicchia solo la massa magra, o quello per cui la dieta significa solo privazione e sofferenza mangiando cibi che non ci piacciono. In realtà la rilassatezza mentale è essenziale per il metabolismo veloce.
french toast (anche se venuto male in foto), un’altra idea per la colazione (Fase1)
Come funziona in pratica? Riassumendo molto, si tratta di dividere la settimana in tre fasi:
Fase 1 (lunedì-martedì): tanti carboidrati e frutta
Fase 2 (mercoledì-giovedì): tante proteine e verdure
Fase 3 (venerdì-domenica): tutti gli alimenti precedenti + grassi sani (es. frutta secca, semi, olio ecc.)
Non ci sono grandi restrizioni di quantità (unico dei pochi limiti del libro è che le ricette e le indicazioni sono in CUP, unità di misura americana e ogni volta dovevo ingegnarmi per capire a quanto corrispondesse una cup di farina, piuttosto che di acqua o di frutta…). Importante, però, attenersi agli alimenti elencati alla fine del libro, fase per fase. Dico una cosa a caso: sì ai fichi il lunedì ma non la domenica, mentre le ciliegie vanno bene sia per la fase 1 che 3. Sembra difficile invece dopo un po’ diventa automatico.
Il libro riporta anche delle ricette, come dicevo, molto interessanti e golose, tanto che a volte non sembra neanche di essere a dieta. Ecco qualche esempio di alcune mie colazioni e spuntini. Non sono riuscita a fotografare molti piatti perché prima me li mangiavo J
In alto, pera con cacao e ciliegia (Fase 1, spuntino) e Toast B&B (colazione Fase 3, in cui si introducono i grassi sani).
Toast B&B, per fare un esempio: 1 fetta di pane germogliato, 3 cucchiai di burro di noci (o altro frutto secco, no latte), 1/2 cup frutti di bosco, un pizzico di cannella 1/2 cucchiaino di succo di lime.
spuntino Fase 2: Petto di tacchino e insalata
Colazione Fase 1: frullato di mango giacciato 1/2 cup di mango (o fragole o ananas o comunque
frutto ammesso in questa fase), 1/2 cup fiocchi di avena, 1/2 cup cubetti di ghiaccio, cannella per insaporire
+ pane “di qualcosa” che non ricordo ma non è ammesso il grano se non germogliato. Anche in questo caso il libro spiega perchè.
Cena Fase 3: riso venere, pesce e peperoni. Dalla foto sembra una schifezza
invece era veramente buono!
colazione (esagerata) Fase 3: pane tostato con humus, cetriolo e pomodoro,
con cubetti di cocco

 

Per altre idee, ci sono almeno un paio di gruppi su Facebook a cui mi sono iscritta in cui ci si da consigli sulla spesa (altro punto fondamentale è mangiare sano, preferibilmente biologico e comunque mai roba pronta chimicona) o ci si scambiano altre idee per il menù settimanale. Dopo un po’ rischia di essere ripetitiva, infatti. Io a un certo punto non ne ho potuto più di vedere il pollo in tutti i suoi formati (comunque c’è anche una variante per vegetariani, di cui si parla nel libro) e ho cambiato ricette, scoprendone molte che credo di continuare ad usare anche ora che ho finito.
La cosa per cui davvero vorrei dire grazie all’autrice, è che con parole semplici e immediate mi ha fatto capire che non mi stavo più volendo bene, che il cibo è mio amico, che la cena di Natale, Ferragosto, Pasqua, sono occasioni per stare bene con la famiglia e gli amici, senza angoscia e sensi di colpa per ciò che ci “cade” nel piatto. Ora ho un approccio più sereno con il cibo, oltretutto (mi ero dimenticata di dirlo) va praticata, anche in forma lieve, una qualche attività fisica.
Fase 1: almeno un giorno di attività aerobica (basta anche una mezz’ora davanti a una lezione di fitness di youtube, corsa, bicicletta…)
Fase 2: attività anaerobica
Fase 3: attività rilassanti come massaggi, yoga ecc.
Un po’ lungo, come post, ma credo e spero possa aiutare quante, come me, non ce la fanno più di privarsi di tutto senza ottenere risultati. Dopo questa dieta, il fisico sarà rilassato, allenato e pronto a bruciare anche quell’occasione ogni tanto in cui vi capiterà di mangiare qualche dolce o un piatto di troppo!

 

E con questo post chiudo il ciclo di post “torna in formadopo il parto”, in cui mi sono sfogata del mio malessere per quei kg di troppo, e torno a partecipare (finalmente) al venerdì del libro di Homemademamma.

 

18 thoughts on “Persi 5 kg (e una taglia) in un mese. Con “La dieta del Super Metabolismo” si può [no avd]

  1. Direi che questa è una notiziona, voglio oleggere e soprattutto mettere in pratica i consigli di questo libro. Anch' io ho 5 kg in più dal parto….però mangio già molto spesso!vediamo se reesco a perderli, grazie della dritta! A presto!

    Mi piace

  2. Non ne ho mai sentito parlare, la tua recensione dunque mi fa conoscere una cosa nuova 🙂
    Per fortuna non ho mai dovuto fare diete in vita mia, ma mai dire mai!
    Questa qui mi sembra interessante e non da matti come a volte leggi su giornaletti vari di gossip.
    Un bacio e buon proseguimento con la tua dieta!

    Mi piace

  3. Pensavo di aver trovato la soluzione ai miei 2kg di troppo (vabbè poi potrei perderne anche 10, ma me ne bastano due che non se ne vogliono andare), ma le cose che hai elencato io le mangio già, dici che dividere così i giorni della dieta cambia davvero le cose?
    come hai fatto per la pappa del bambino? perchè ricky ormai mangia quello che mangiamo noi e fare due menù non ne ho voglia! :p

    Mi piace

  4. Dopo la mia prima gravidanza avevo anch'io qualche kg che non se ne voleva andare, in vista delle vacanze andai da un nutrizionista che mi
    Propose proprio una cosa simile, da allora e in poco tempo e' tutto cambiato ed ora anche dopo la seconda, ho lo stesso peso di quando avevo 18 anni, quello che dovrei e' rassodare un po' ma li più che la dieta occorre tempo.

    Mi piace

  5. Simpaticissima la descrizione su come restare…in peso! ! Certamente ci vuole costanza e perseveranza. Il libro che consigli è da mettere nella lista dei prossimi acquisti . Prezioso il tuo blog di giovane mamma alle prese con l'avventura – vita!!!
    Simonetta

    Mi piace

  6. Cercherò il libro in biblioteca anche se credo che, con i miei problemi di allergia, non mi sarà di grande aiuto.
    Io sono ferma a + 2kg, non dal pre parto, ora peso uguale, ma dal mio peso forma (il periodo in cui mi sentivo più bella e stavo meglio in assoluto)…chissà quando ci arriverò!!

    Mi piace

  7. Eh infatti quello che non so è se funziona anche se già si mangia sano…però vale la pena provare perché sono tutti alimenti e ricette buone, oltretutto! 😉

    Mi piace

  8. Guarda, giusto perché sei tu, che sei una delle mie blogger preferite…altrimenti una che mi dice “mai fatta una dieta” potrei anche picchiarla per invidia! Ahahahahaha buon per te! Ahahahah

    Mi piace

  9. Eh potrebbe essere che seguire lo schema faccia la differenza! Poi considera che l'unica restrizione è che i primi 4 giorni della settimana non c'è olio, per dire…non se ne sente la mancanza perché l'autrice ti da un sacco di dritte per condire gli alimenti in modo alternativo ma quello per dire a me ha cambiato tanto! Poi lo introduci di nuovo dal venerdì alla domenica, quindi non ne ho proprio risentito…già quello potrebbe aiutare per buttare gigi un paio di kg! Per il bimbo hai toccato un argomento interessante: anche qui stiamo, fa qualche mese, abbandonando il piatto unico e cercando di coniugare il menù di Pablito col nostro e devo dire che ci sono riuscita! Anzi, ho fatto assaggiare a Pablito la quinoa (che mi avevano detto faccia molto bene ai bimbi), l'orzo perlato…certo, dato che è un po' troppo ricca di proteine animali, per lui sveglievo una variante più leggera con formaggi (non so Riky ma Pablo impazzisce per i latticini, mannaggia! Però so che a quest'età anche 5 volte a settimana posso darglieli…) poi usavo legumi ecc…sì, devo dire che a parte qualche eccezione sono riuscita a fargli anche il menù come il nostro. Tipo, quando avevo la fase cereali+verdure+proteine (fase1) gli facevo con me le zucchine ripiene con orzo e ricotta (nel mio invece mettevo il tonno al naturale, visto che non erano previsto latticini). + frutta

    Mi piace

  10. Eh, ora che ho raggiunto il peso forma anche io vorrei riprendere a fare sport…non come prima (andavo 3-4 volte a settimana, prima della gravidanza!) ma almeno un paio di volte. Ma con i ritmi che sono cambiato dentro casa chissà se ce la farò 😦

    Mi piace

  11. I due kg sono i più maledetti!! Ahahahah davvero, io c'ho sempre combattuto una vita, anche ora, 1 kg in meno farebbe ancora comodo ma mi sono arresa! Prima (quando mi sentivo anche io in forma…) ero 49-50 ma vabbè, ho capito che sto ancorata a 51! Ahahah però già mi sento mooooolto meglio! Comunque ci sono talmente tanti alimenti consentiti che secondo me c'è anche qualcosa (molto) a cui non sarai allergica, credo…! Mannaggia, questo mese sto sempre fuori con pochissimo internet, spero di trovare presto abbastanza campo/tempo per passare da te! :****

    Mi piace

  12. Bravissima…in effetti la soluzione di mangiare spesso è un'ottimo alleato per risvegliare il metabolismo…
    A me la gravidanza ha portato sui 16 kg e me ne ha lasciati 14 kg…
    Dopo un anno e mezzo dalla nascita di Andrea sono stata da una nutrizionista…io adoravo (e adoro ma non mangio) i carboidrati…ero capace di mangiare 150 gr di pasta a pranzo e un etto di pane a cena…
    Ho seguito una dieta piuttosto proteica e ricca di verdure e alla fine la mia alimentazione prevedeva pochissimi carboidrati…ci ho messo un'anno ma ho perso tutti i kg che dovevo perdere e adesso sono più magra di prima della gravidanza…sono felice perchè sto bene con me stessa…i carboidrati li assumo sotto forma di gallette di mais, torte salate, una volta a settimana facciamo la pizza…e ultimamente ho reinserito due volta la settimana pasta o riso integrali a pranzo…prediligiamo una dieta ricca di verdure, pochissima carne (possibilmente bio) e pesce si ce lo concediamo…vorrei cominciare la palestra appena mio figlio comincerà il tempo pieno all'asilo e quest'inverno vorrei imparare a cucinare più legumi e a mangiare verdure che magari abitualmente non mangiamo 😉
    Comunque bravissima 🙂
    Baci ❤

    Mi piace

  13. ahah ma sai che alla fine la sto facendo anche io?? ho iniziato giusto oggi, ma non ricordavo l'avessi fatta anche tu. Ora anche io ho da smaltire quasi sette kg, dopo il secondo parto e me li voglio proprio togliere!! qualche mese dopo averti scritto abbiamo iniziato a cercare andrea e ora 2kg di ricky più 2kg di andrea, più stress dato dal fatto che andrea non dormiva e voilà sono ad un più sei abbondante!!! e li voglio togliere, se ti viene in mente qualche ricetta suggerisci pure!!

    Mi piace

  14. ma sai che la sto facendo anche io alla fine? non ricordavo fosse questa che avevi fatto tu, ora che ho sfornato il secondo sono a più 6 abbondanti! uff.
    qualche ricetta da consigliare?
    a te è venuto mal di testa la prima settimana? Oggi sono al primo giorno e stavo impazzendo!! chi l'avrebbe mai detto!

    Mi piace

  15. Io la vorrei riprendere in vista dell'estate, visto che mi ha fatto davvero tanto tanto bene e ho ripreso 4 kg a forza di stare a casa questo inverno (vabbè, mi succede sempre in inverno!) se vuoi c'è una pagina FB apposita dove la gente si scambia ricette! Poi qualcuna ne posterò anche io mi sa….ma se vai su FB il gruppo aiuta molto ad avere più info! Fammi sapere se funziona!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...