“La principessa di ghiaccio”, di Camilla Läckberg

Ho scoperto Camilla Läckberg grazie a una recensione di Maris (Cara Lilli…), lei è una di quelle blogger che danno sempre buoni consigli di lettura (grazie!) e ho deciso di cominciare dal primo capitolo della saga.
All’inizio il racconto mi sembrava banale, pieno di cliché: il commissario ciccione che mangia le ciambelle e si fa sfuggire gli indizi che gli passano sotto il naso, il giovane poliziotto onesto e coraggioso, la scrittrice-detective stile Jessica Fletcher (ma più giovane) ecc. ecc.
Anche i colloqui mi sembravano banali: appena Erica Falk, la protagonista che indagherà sulla morte (apparentemente un suicidio) della sua migliore amica, incontra qualche personaggio che potrebbe darle un indizio, la conversazione è una mitragliata di domande e basta. Non molto credibile. Preferivo il caro vecchio Colombo, che infarciva la conversazioni con storie inutili sulla moglie per strappare ai colpevoli piccoli grandi indizi. 
L’inizio di questo romanzo è tutto un: “lei cosa ha fatto la sera del…”, “cosa disse ad Alexandra quando…”, “Lei dov’era mentre…” e così via. Ti credo che quelli non si fanno sfuggire nulla, l’hanno capito tutti che stai sospettando di loro, mica so’ scemi. Ci manca solo che chiedi loro: “Dov’è l’arma del delitto?”. 
Invece con il passare delle pagine mi sono dovuta ricredere. Il racconto si fa meno banale, la storia più complessa di come sembrava, i personaggi più approfonditi. Erica “ci piace” (come direbbe Vincenzo Mollica in tv…a lui piacciono tutti) perchè è umana. Ha i suoi rotoletti sulla pancia, usa calze contenitive tipo Bridget Jones (e qui l’autrice gioca facile, chi non ama Bridget e quelle come lei?), suda prima di un appuntamento e fa battute sagaci. 

Patrick Hedström, poliziotto che indaga sulla morte di Alexandra e vecchio spasimante di Erica, ci mostra il lato debole degli uomini romantici ma anche la forza e la dolcezza del fidanzato ideale.
Intorno a loro tanti personaggi di ogni tipo, dalla domestica che soffre un dolore struggente per non aver potuto dare al figlio la vita che avrebbe voluto, alla riccona che praticamente gestisce gli affari e le finanze di tutto il paese ma ha anche lei i suoi drammi familiari, coperti però da una maschera di perbenismo che Erica e Patrick cercheranno di distruggere. 
Insomma, molto carino e scorrevole, tanto che ho già comprato il capitolo successivo di questa saga: le vicende di Erica e Patrick proseguono in almeno altri sei libri, se ho capito bene. Anche se cercando informazioni su internet mi sono imbattuta in uno “spoilerone” che avrei evitato volentieri.  
In più adoro i paesaggi nordici e tuffarmi in quelle pagine ambientate a Fjällbacka, piccola città svedese che non avevo mai sentito nominare ma che sceglierei volentieri come meta turistica, mi ha affascinato. 
Eccola qui. Prima un poi un salto ce lo faccio.

 

3 thoughts on ““La principessa di ghiaccio”, di Camilla Läckberg

  1. Come dicevo, anche a me la prima parte ha deluso, sono andata avanti sopratutto per vedere dove andava a parare…ma poi l'ho letto spensieratamente ed è volato, io forse una chance al secondo capitolo della saga la concedo 😉

    Mi piace

  2. Cara, eccomi che arrivoooooo!
    Innanzitutto grazie per la citazione :-)))
    Allora: a me il libro che è piaciuto di più della saga tra i cinque che ho letto è “Il bambino segreto” (il quinto), lo sai già, e quello che invece mi è piaciuto di meno è “L'uccello del malaugurio” (il quarto). Comunque conto di leggere “La sirena”, il sesto, al più presto e poi gli altri si vedrà….
    La Lackberg è brava, non eccelsa, ma per una buona lettura scorrevole e a tratti intrigante va benissimo secondo me 😉
    Bacioni!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...