Come usereste 70 giorni senza preoccupazioni?

Oggi si sogna un po’, mamme, e vi faccio una domanda: poniamo il caso che il tempo libero, quello che tanto ci/vi manca, una volta lo abbiate, finalmente. La libertà di fare quello che volete senza compromessi o responsabilità, come nella vita “pre-figli”. Anzi, mettiamo di avere a disposizione ben 70 giorni di libertà senza preoccupazioni, bollette, lavoro, pediatri e suocere. Non male, no?

So che molte di voi avranno anche solo inconsciamente pensato che 70 giorni senza figlio/figli sarebbero un inferno, invece che un piacere. Come poter stare più di due mesi senza occuparsi di loro, del loro benessere, della loro felicità, senza le loro urla, ma anche senza i loro visetti sorridenti e i loro baci? Ok, ma facciamo finta che il tempo scorra diversamente, come per una sorta di incantesimo o in un film di fantascienza.

Immaginate di poter avere accesso a un varco temporale in cui i vostri 70 giorni corrispondono a 2 minuti circa della vita della vostra famiglia o delle persone con cui avete a che fare per lavoro. Nessuno si accorgerà della vostra assenza. Cosa fareste? Vi dico la mia, poi vi spiegherò come mai si parla proprio di 70 giorni. Ho elencato le prime cose a cui ho pensato, che poi sono soprattutto quelle che faccio comunque nel tempo libero, portate però, all’ennesima potenza.

Un viaggio: 

Ovviamente non un viaggio baby friendly, come quello degli ultimi 3 anni. No. Treni da cui scendere e su cui risalire senza passeggini o borsone del cambio, voli aerei da attendere leggendo un giornale invece di correre da un capo all’altro dell’aeroporto per inseguire lui che corre e ride come un pazzo facendo girare le persone intorno a noi, ore di macchina a guidare cantando a squarciagola Alanis Morissette (quanto sono anni ’90).

Giornate intere di lettura e scrittura:

Dedicherei almeno una settimana a una full immersion di lettura e scrittura senza interruzioni, rumori, senza dover aprire i libri o il pc solo a tarda notte con la palpebra calante, ma farlo invece con calma su una bella terrazza con vista mare, davanti a una tisana o un cocktail…

Mangiare in santa pace
Perché no, anche junk food, come ai vecchi tempi dell’università. Non dovendo dare il buon esempio, potrei evitare di sgranocchiare l’ultima barretta di cioccolata di nascosto (l’ho fatto, confesso), portando invece a tavola gli spinaci freschi spacciandoli come la vera delizia della casa. Soprattutto potrei assaporare fino in fondo ogni boccone, senza fretta.

Spulciare le bacheche di Pinterest…
…e riempire le mie come se non ci fosse un domani. Lavorando molto con i social, nel tempo libero li spengo, solitamente. Quando c’è il pupo, poi, è come se tornassi negli anni ’90 e tengo tutto lontano da noi senza troppa nostalgia. Ma Pinterest…Oh, Pinterest e i suoi favolosi spunti per arredamento e fai-da-te…Ci si potrebbe perdere tra quei meandri.

Sedermi a bere un caffè in un bar in centro
…guardando con empatia e ben poca invidia le mamme che danno i numeri dietro ai propri figli, mentre io leggo un giornale in santa pace.

Fare di yoga e jogging una costante delle mie giornate.

Uscire con le amiche senza figli
Anche se ormai sono poche. Avete presente quelle che solitamente postano le foto delle loro serate brave alle 2-3 di notte? Ecco, con quelle. Facendomele quasi stare simpatiche, anche se in alcuni casi non è stata solo la prole a dividerci (ricordate le “woo girls” di How I Met Your Mother, per intenderci?)

Tempo romantico con lui
Ultimo punto, ma non in ordine di importanza. Su quanto sia cambiato il rapporto con mio marito, da quando siamo diventati genitori, ve ne ho già parlato. Tutta roba nella norma, ma diciamo che un po’ di relax senza l’ansia di riprendere il piccolo dai nonni non ci farebbe male.

 

L’idea dei 70 giorni è nata dopo aver visto la pubblicità di Sara Assicurazioni, che troverete qui di seguito, in cui, dopo una simpatica scenetta, una voce fuori campo chiede: “Vorresti avere 70 giorni senza tua suocera?”. Suocera che si fa simbolo, ovviamente, dei problemi della quotidianità (un po’ come il capo ufficio, per dirne un’altra). Un modo efficace per far sapere a tutti che la nota compagnia di assicurazioni, in occasione del suo 70° anno di attività, offre 70 giorni di assicurazione RC Auto sui 12 mesi acquistati ai nuovi clienti che sottoscriveranno nuove polizze RuotaLibera (qui tutte le informazioni, per chi volesse approfondire la questione). Settanta giorni senza pensieri, insomma. Un sogno, di questi tempi. E voi che cosa fareste con 70 giorni senza problemi di alcun tipo?

(Post nato dalla collaborazione con Sara Assicurazioni)

Buzzoole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...