Che fine ha fatto mamma Beat? Rinnovati look, piattaforma e piano editoriale del blog

Sono veramente felice di essere finalmente tornata qui sopra. Tante, ma proprio tante modifiche sono state fatte a questo blog, nel corso di 4 lunghi anni. Da tanto tempo progettavo di passare da Blogspot a WordPress e finalmente ce l’ho fatta. Tutto da sola, per altro, il che è sempre un bell’esercizio per il mio lavoro. Quindi nuova grafica, nuovi strumenti più funzionali (per me), ma soprattutto una linea editoriale cambiata negli anni.

Sì, perché se questo è iniziato, com’è inevitabile che sia, come il diario di una mamma spaventata e alle prime armi, mi sono accorta che le sue finalità sono un po’ cambiate. Forse perché con il tempo è prevalsa la giornalista che è in me, che cerca di dare informazioni, oltre che raccontare storie.

Mi rendo conto che mi fa piacere condividere informazioni su luoghi che abbiamo visitato, prodotti che abbiamo provato, giochi scoperti, viaggi vissuti e così via, ma soprattutto mi interessa, appunto, essere utile a chi passa di qui. E’ questa voglia di informare/informarmi e condividere notizie utili con le altre mamme che mi ha spinto ad aprire un blog del genere. Me ne sono resa conto proprio mentre rinnovavo tutto e rileggevo i vecchi post.

Ho capito che con il passare dei mesi (tra cui alcuni di silenzio) era sempre più evidente la mia voglia di rendermi utile per la comunità di donne a cui appartengo da 4 anni. Una comunità di donne sempre più informate, creative, alla moda, dinamiche, stanche, arrabbiate e felici, meravigliose nella loro complessità. Quindi finché questo blog starà in piedi farò davvero del mio meglio non solo e non tanto per sparare i “cavoli miei” in Rete (che pure ci sta eh…è anche un bel po’ terapeutico), quanto per cercare, nel mio piccolo, di rendere la vita un po’ più facile/felice per me e le altre mamme che mi seguono. Che poi quelle che mi seguono sono le più sveglie che ci sono in giro, sappiatelo! (Autopromozione come se non ci fosse un domani!)

Insomma, spero che i cambiamenti vi piacciano, spero di non deludere chi ancora mi legge di tanto in tanto, spero di essere più presente. Sì, perché questo appena trascorso è stato un periodo di silenzio molto lungo, come accaduto altre volte in passato. In mezzo ci sono state malattie misteriose (tipo una forma di presunta allergia del 4enne che mi sta facendo impazzire, visto che in due mesi ancora non si è capito bene l’origine dell’orticaria che lo assale saltuariamente da quando ha 2 anni), depressioni, gioie, ma soprattutto un nuovo lavoro molto impegnativo che, per la prima volta, mi porta fuori casa.

Aprirò un capitolo a parte sul cambiamento epocale che l’uscita di mamma-freelance da casa ha avuto sul nostro ecosistema e sui mille problemi logistici che sto affrontando mentre penso “ma le altre come fanno?!?”. Ero abituata bene, lo so. Lavorare da casa come freelance ha i suoi vantaggi, per una mamma, tanto che ho deciso anche di parlare della questione in una rubrica apposita, in futuro. Può essere anche molto pesante: è un tipo di lavoro solitario, che porta a non staccare mai davvero dal pc, perché se sei tu a doverti gestire tra scuola, pediatra e parco giochi c’è il rischio di fare nottata davanti a uno schermo per rimediare al tempo perduto e parlare con un peluche del tuo bambino pur di avvertire meno solitudine. E tanto altro. Ma c’è di buono che finora non ho mai dovuto vedermela con traffico, corse, bambino malato che non sai a chi lasciarlo (alla fine Santa Nonna, c’è sempre lei, la mia mammina) e quindi spesso mi chiedo: “Ma come fanno le altre?!?”.

Beh, ho già messo troppa carne al fuoco. Dopo questo breve aggiornamento credo di dovermi sparare una full immersion nella lettura delle mie mamme blogger del cuore, che purtroppo ho dovuto trascurare per questo periodo così frenetico. Se siete arrivate/i a leggere fin qui non posso che dirvi GRAZIE! Già che ci siete, però, lasciate un commento per salutarmi!

4 thoughts on “Che fine ha fatto mamma Beat? Rinnovati look, piattaforma e piano editoriale del blog

  1. Bellissimo questo nuovo look, molto professionale ma di semplice consultazione. Sul tema lavoro e per rispondere alla tua domanda “Come fanno le altre?”, sono ferratissima, PURTROPPO, ma anche PER FORTUNA. Ogni stile di vita ha pro e contro, basta saper valorizzare gli uni e dare poca importanza agli altri

    Mi piace

    1. Io ancora non ho trovato la mia strada, ma diciamo che è solo da un mese che è iniziata questa storia. Io quando leggevo alcuni tuoi post già sapevo che non ce la potevo mai fare……ma speriamo di sì! 🙂 Grazie per il tuo parere sul blog, è molto importante, visto che sei tra le mie “amiche blogger” di più vecchia data! (non so come ho scritto questo commento, ma sono stanca! Sorry!)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...