“Ipse Dixit”: l’idea di un papà che raccoglie le "perle di saggezza" dei bambini

Amica di famiglia: “Mi ha detto mamma che sei stato male…” 
P: “Sì. Ho avuto l’ORSETTO COCCO” 
(mio figlio, 3 anni e mezzo, spiega i disagi dello STREPTOCOCCO) 



Quante frasi dei vostri figli meritano di essere ricordate? Quante volte avete pensato: “Basta, ora compro un quaderno e me le appunto tutte”? Altri genitori, invece, avranno già iniziato a prenderne nota (come la sottoscritta). L’idea è un po’ quella che sta alla base del libro/progetto Ipse dixit: “Un contenitore di frasi dette dai bambini dai due anni in su che serve per riconoscere, analizzare e ricordare le loro paure, i loro dubbi e le loro certezze”. Così lo racconta Lorenzo Baccilieri, che oltre ad essere un esperto di telecomunicazioni è un amante della scrittura e della letteratura (con una “natura umanista intrappolata nel corpo di un informatico”, insomma). Lorenzo, però, è anche e soprattutto il papà di due bambini e con sua moglie e una coppia di amici, anche loro genitori, ha iniziato per gioco a raccogliere “chicche verbali” dei propri figli, con la speranza di creare una sorta di archivio da mostrare loro, una volta che saranno diventati grandi. 
Continua a leggere ““Ipse Dixit”: l’idea di un papà che raccoglie le "perle di saggezza" dei bambini”

#MeAtMyBest No.3, “Miracle Morning”: cambia la vita un mattino alla volta. Prima delle 8:00

Prendetemi per pazza, ma recentemente ho preso a svegliarmi un’ora prima del solito. Colpa di Hal Elrod e del suo libro The miracle morning (sottotitolo: “Trasforma la tua vita un mattino alla volta prima delle 8:00”). Un libro che, a mio avviso, o lo frulli fuori dalla finestra dopo il primo capitolo, più o meno, oppure diventa una sorta di Bibbia da consultare nei momenti di necessità. L’ho iniziato a leggere con curiosità e una certa dose di scetticismo, finendo poi per alzarmi ormai da alcune settimane alle 6 di mattina e indispettirmi quando non riesco a farlo.

Un libro che abbraccia concetti più ampi come meditazione, mindfulness, la legge dell’attrazione e li coniuga con l’organizzazione manageriale del tempo e il benessere fisico. Un testo che aggiunge un tassello alla mia “campagna” #MeAtMyBest, ovvero migliorare alcuni aspetti della mia vita piano, ma con decisione (leggi qui il #MeAtMyBest N°1 e qui il #MeAtMyBest N°2, dedicato alla cura della casa e il Metodo Konmari)

Ma procediamo con ordine: Hal Elrod, l’autore, è un giovane uomo che ha saputo raggiungere traguardi incredibili nel suo lavoro, diventando life coach quando aveva meno di 30 anni, superando con un successo le conseguenze di un incidente automobilistico potenzialmente mortale, risollevandosi (economicamente e psicologicamente) dopo una crisi economica (quella del 2007) che ha rischiato di ridurlo in povertà. Almeno così la racconta lui, intenzionato a condividere con il mondo i segreti del suo successo. Tra cui, ovviamente, svegliarsi più o meno alle 6 e praticare con costanza la sua formula divenuta celebre con il termine “Miracle Morning”. Basta dare un’occhiata ai social per capire quanto la sua idea abbia raccolto i favori di un certo tipo di pubblico di tutto il mondo, dalle casalinghe agli imprenditori. 
Continua a leggere “#MeAtMyBest No.3, “Miracle Morning”: cambia la vita un mattino alla volta. Prima delle 8:00″

“Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”: il libro di Ransom Riggs che ha ispirato Tim Burton

 

Torno sul blog per parlarvi di un libro che mi ha conquistato durante l’estate appena trascorsa. Ok, mi rendo conto che è finita l’estate. Piango, scusate un attimo.

Ok, sono tornata. Dicevamo, si tratta di Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali, un libro di Ransom Riggs da cui quel furbone di Tim Burton ha attinto a piene mani per il suo prossimo film omonimo, che in Italia uscirà il 15 dicembre ma che in America ha già avuto un discreto successo al botteghino, pur non avendo fatto impazzire la critica. Come sarà il film non lo so, intanto vi riporto il trailer qui di seguito, ma posso dirvi che il libro mi è piaciuto parecchio e me lo sono letto tutto d’un fiato in un paio di giorni, facendo anche nottata dopo che il resto della famiglia si è addormentato.

Prima ancora di sapere dell’uscita del film al cinema, mi ha ispirato la trama e la genesi di questo libro, primo romanzo di una trilogia che si è conclusa di recente, con l’arrivo in Italia del terzo capitolo, La biblioteca delle anime, per la Rizzoli. “Dicono”, perché io ancora non lo ho trovato in libreria, ma forse ho cercato male. Sto ancora divagando, però…
Continua a leggere ““Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”: il libro di Ransom Riggs che ha ispirato Tim Burton”

Libri per bambini di 3 anni sulle emozioni e la paura, tra pesci, gattini e scatoloni da chiudere bene

Tornare a scrivere in occasione del Venerdì del Libro per me è una buona notizia: vuol dire che ho ritrovato tempo, anche se poco, da dedicare a quello che davvero mi piace fare, ovvero leggere e leggere al mio piccoletto. Questa settimana, infatti, torno a parlare di libri che ho scelto insieme al 3enne. Ultimamente sto cercando libri che mi aiutino ad affrontare con lui la gestione delle emozioni, visto che ancora lo vedo incapace di gestire soprattutto, a volte, la rabbia, la delusione, i “no” oppure la frustrazione per non saper fare qualcosa (costruire con i Duplo, disegnare come si deve…lui già aspira a dipingere come Leonardo, da quello che ho potuto notare) eccetera eccetera.

Quando lavoravo nei laboratori teatrali con i bambini piccoli, una delle cose che più amavo era sfruttare quello strumento per avvicinarli a certe emozioni, fargliele vivere attraverso testi, personaggi e piccole scenette, e poi tornare alla vita di tutti i giorni, ma più arricchiti. Così penso che possano fare i libri. Così avviene, in fondo, anche quando noi adulti leggiamo un testo che ci fa riflettere.

Non ho ancora trovato libri per la sua età che affrontino rabbia e gestione dei “no”, ma credo di aver letto tra le mie amiche blogger che ce ne sono molti in giro al riguardo (avete titoli e suggerimenti? Sparateli nei commenti, please!). Ho però trovato tre libri molto carini che in qualche modo trattano la gestione dei sentimenti che ancora lui non conosce pienamente (e forse neanche noi adulti…ma sto divagando), due dei quali ruotano intorno al concetto di paura.
Continua a leggere “Libri per bambini di 3 anni sulle emozioni e la paura, tra pesci, gattini e scatoloni da chiudere bene”

“Bianca come il latte, rossa come il sangue”: nel libro il ricordo dei primi amori, quelli che non temono nulla

Oggi sarà che sono irrequieta o che sono scatenata, ma sto scrivendo come una pazza e ne approfitto. Torno a parlare di libri e lo faccio con un titolo di cui avevo tanto sentito parlare, l’anno scorso, e che mi sono convinta a leggere dopo aver letto un post della mia cara Mammavvocato: si tratta di…

Bianca come il latte, rossa come il sangue, libro di Alessandro d’Avenia

L’ho finito un anno fa ma non avevo mai avuto il tempo di parlarne, però ora me lo sono ricordato in occasione del Venerdì del libro di Homemademamma. Detto questo, passo al sodo.
Continua a leggere ““Bianca come il latte, rossa come il sangue”: nel libro il ricordo dei primi amori, quelli che non temono nulla”