Kiabi, collezione “Back to school” per dare il via all’anno scolastico tra stile e piccoli prezzi [FOTO]

Ci siamo lasciati la scorsa primavera con una linea di abbigliamento che ha segnato il trionfo dei colori pastello, ora Kiabi torna in autunno con la nuova collezione Back to school che, come sempre, abbraccia le ultime tendenze in fatto di moda senza pesare troppo sul budget familiare. Come accaduto anche in primavera, ad esempio, sono molti i capi double-face che si affacciano tra le diverse offerte disponibili, il che consente ai genitori di acquistare un solo capo ma di averne a disposizione praticamente due. Una scelta che apprezzo, sopratutto vista la velocità con cui mio figlio si sporca in ogni situazione possibile e immaginabile. Se posso anche solo utilizzare l’altro lato della camicia davanti alla patacca di gelato di turno, mi sento una mamma felice (a che punto mi sono ridotta, eh?!?).

Per molto tempo ho pensato che lasciarlo libero di correre e giocare significasse una sola cosa: tuta. Tutta la vita. Una sfilza di tutine colorate ma poco affascinanti da sacrificare alle sacre divinità del fango, della terra e degli scivoli. Invece con il tempo, ora che P. è un po’ più grande, apprezzo la scelta di un prêt-à-porter a piccoli prezzi che sì, permette al piccoletto di muoversi in libertà senza sentirsi addosso la mia ansia, ma consente anche a me di indirizzarlo verso una scelta più ampia. Sì, perché rimango sempre dell’opinione che la scelta finalissima spetti a lui. Pur ponendo un limite alla sua fantasia, altrimenti mi ritrovo a portarlo in giro vestito da Buzz Lightyear. Lui, che comincia già ad avere i suoi gusti e tante volte non vuole togliersi “quella t-shirt lì”, con cui ha sudato tremendamente, proprio perché la preferisce alle altre. Pensavo che ai maschietti non accadesse e invece…
Continue reading “Kiabi, collezione “Back to school” per dare il via all’anno scolastico tra stile e piccoli prezzi [FOTO]”

Original Marines chiede ai bimbi cos’è il cotone, le risposte sono imperdibili: “Può portare sulla luna!” [VIDEO]

Da dove provengono i nostri vestiti? E i tablet, i cd, le sedie, la tv? I bambini hanno già i prodotti a portata di mano ed è sempre stato abbastanza complicato, per gli adulti, far capire loro che non esiste un campo dove si coltivano pantaloni, t-shirt o tv già belli e fatti. La cosa diventa ancora più importante al giorno d’oggi, in cui è così facile ottenere tutto ciò che desiderano e gli occorre, senza farsi troppe domande, se nessuno li sollecita a porsele. Un aiuto lo ha offerto Original Marines, con un divertente video che vi mostro in fondo al post, in cui 10 bambini tra i 4 e gli 8 anni sono stati invitati a immaginare in cosa potrebbe trasformarsi il cotone (sentite quali risposte meravigliose hanno tirato fuori…), prima di scoprire che quello è proprio il materiale di cui sono composti i loro vestiti.

Continue reading “Original Marines chiede ai bimbi cos’è il cotone, le risposte sono imperdibili: “Può portare sulla luna!” [VIDEO]”

Moda primavera-estate bambini: i vestiti sono…Origami

Un giorno riuscirò anche io a fare delle foto cool a Pablito, anche se non credo di riuscire mai a diventare la mamma di un “fashion-baby” come le grandi professioniste del settore! Però ammetto che in alcuni casi riesco davvero a coniugare praticità (fondamentale, per me) con stile, cosa che diventa sempre più ardua ma anche divertente man mano che lui cresce e comincia ad avere gusti tutti suoi che già rispetto.

Il più delle volte siamo d’accordo, ma quando esagero con l’eccentricità è lui che mi frena con un secco “no” e lì capisco che il cappellino tanto carino a forma di criniera di leone (per dire) sarebbe stato meglio non comprarlo. Tra l’altro anche quando mi sembra appena uscito da un catalogo di moda non riesco comunque a farlo stare abbastanza fermo da immortalarlo, quindi potrà capitare che più probabilmente vi parli di moda per bambini riportando le ultime novità, senza tirare in ballo il mio piccolo modello ribelle 🙂

Oggi è il turno della collezione Origami, nuovo progetto del marchio francese Bumoon su cui ho già posato gli occhi e che sarà presentato nella sua collezione completa all’83esima edizione di Pitti Immagine Bimbo il prossimo giugno.

Continue reading “Moda primavera-estate bambini: i vestiti sono…Origami”

Kiabi, la collezione primaverile fa largo ai colori pastello [FOTO]

E’ primavera, ormai: le giornate si allungano, si abbandonano i maglioni pesanti e noiosi, si fa largo alle lunghe passeggiate al parco e le mamme possono sbizzarrirsi con il look dei figli. Come vestire i bambini in questa stagione? Ecco le proposte di Kiabi, con la sua collezione per la primavera 2016: colori pastello a fare da padroni, ma anche prezzi convenienti e capi double-face che aiutano le mamme e tenere d’occhio il budget.

Chi mi segue da un po’ saprà che, quando l’ho saputo, non ho preso bene questa storia del figlio maschio. Mi dicevo: “L’importante è che sia in salute” e ci credevo anche eh…solo che avevo sempre pensato che avrei avuto una femminuccia, a cui far indossare scarpette rosa e tulle, fiocchi e braccialetti (tutta roba con cui non mi vestiva mia madre, insomma), con cui mi sarei confidata in fatto di ragazzi e con cui sarei andata a far shopping. Anche se da piccola non disdegnavo per niente soldatini e macchinette, pallone da calcio e ginocchia sbucciate, diciamo che avrei preferito giocare con le Barbie, piuttosto che con i supereroi Marvel (Poi ho detto no agli stereotipi, come forse qualcuno ricorderà per il post: “Rosa è da femminuccia?”)

Tra i tanti motivi per cui mi ero rattristata, lo confesso, ce n’era anche uno abbastanza “frivolo”, ovvero il look. Già immaginavo di dover scegliere se vestirlo con una tuta oppure…con una tuta. Al massimo jeans e felpa larga, per sempre. Poi le cose sono cambiate, o forse sono solo io che ho iniziato ad accorgermi che la storia, per i maschietti, è cambiata ormai e anche per loro l’offerta è eccezionale, nei negozi. Ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutti gli stili: otufits adatti alle cerimonie, ma anche alle passeggiate della domenica, ai pranzi dai parenti, alle prime festicciole con gli amici. Così anche io posso divertirmi mentre scelgo vestiti che siano comodi (la mia priorità) ma che mettano in risalto anche l’allegria e la vitalità del mio bambino, che contribuiscano a trasmettergli quel senso di amore e di cura per se stesso. Senza essere maniacali.

In questo senso, mi affido spesso a Kiabi, brand nato in Francia nel 1978, presente in 10 Paesi al mondo con 453 negozi, di cui 25 in Italia. Il modo con cui questa marca coniuga la moda con i prezzi convenienti mi ha sempre convinto: è vero che mi piace vestire con stile P., ma è anche vero che lo voglio libero di giocare e divertirsi senza ansia, quindi mi affido al prêt-à-porter. A proposito di convenienza, molti capi studiati da Kiabi per la primavera/estate sono double-face, quindi acquistarli significa pagare un solo capo, ma poterne sfruttare due. Il che, di questi tempi, non è male.
Continue reading “Kiabi, la collezione primaverile fa largo ai colori pastello [FOTO]”

101 look giusti per 101 occasioni

Lo ammetto, ho passato l’adolescenza a rifiutare i dettami della moda sentendomi superiore a chi li seguiva. O meglio, a convincermi che i miei fossero i gusti giusti solo perché andavano contro ogni regola (a volte anche quelle del buongusto, a rivedere certe foto…), svilendo il mio corpo che, a una certa età, non era neanche nel massimo della forma. Sono molto più tonica ora a 33 anni che non a 18, dico con un certo orgoglio. All’epoca mi ingozzavo di patatine per merenda con le amiche e avevo abbandonato lo sport (prima facevo nuoto a livello agonistico…poi sono diventata una ribelle che pensava che le regole erano da sfigati e lo sport é splendidamente pieno di regole sane…).
Insomma, dai 16 ai 22 anni ho vissuto nel decadentismo, convinta di essere la donna ideale di Kurt Cobain solo perché indossavo jeans strappati e scrivevo sul diario che la vita faceva schifo.

Continue reading “101 look giusti per 101 occasioni”