“Ipse Dixit”: l’idea di un papà che raccoglie le "perle di saggezza" dei bambini

Amica di famiglia: “Mi ha detto mamma che sei stato male…” 
P: “Sì. Ho avuto l’ORSETTO COCCO” 
(mio figlio, 3 anni e mezzo, spiega i disagi dello STREPTOCOCCO) 



Quante frasi dei vostri figli meritano di essere ricordate? Quante volte avete pensato: “Basta, ora compro un quaderno e me le appunto tutte”? Altri genitori, invece, avranno già iniziato a prenderne nota (come la sottoscritta). L’idea è un po’ quella che sta alla base del libro/progetto Ipse dixit: “Un contenitore di frasi dette dai bambini dai due anni in su che serve per riconoscere, analizzare e ricordare le loro paure, i loro dubbi e le loro certezze”. Così lo racconta Lorenzo Baccilieri, che oltre ad essere un esperto di telecomunicazioni è un amante della scrittura e della letteratura (con una “natura umanista intrappolata nel corpo di un informatico”, insomma). Lorenzo, però, è anche e soprattutto il papà di due bambini e con sua moglie e una coppia di amici, anche loro genitori, ha iniziato per gioco a raccogliere “chicche verbali” dei propri figli, con la speranza di creare una sorta di archivio da mostrare loro, una volta che saranno diventati grandi. 
Continue reading ““Ipse Dixit”: l’idea di un papà che raccoglie le "perle di saggezza" dei bambini”

“Sono incinta”: in un video le reazioni dei futuri papà

Un post veloce veloce per condividere, ovvero la pubblicità del marchio Dove, che stavolta per evocare buoni sentimenti e ingraziarsi il favore del pubblico, giustamente, ha scelto di usare le reazioni dei futuri papà quando vengono a sapere che la famiglia si sta allargando. Come ho fatto a non pensarci anche io? Io che sono così maniacale, che conservo ogni foto, ricordo…vabbè, forse ero poco lucida, ci può stare. Eccola qui di seguito: attenzione, è ad alto tasso di emozioni e vi potrebbe scivolare anche qualche lacrimuccia. Voi ricordate come hanno reagito i vostri compagni?

Continue reading ““Sono incinta”: in un video le reazioni dei futuri papà”

“Il padre infedele”, pugno allo stomaco che aiuta a riflettere

“Il padre infedele” di Antonio Scurati, un libro scoperto grazie a Mamma Piky 

Mi sorprende molto non averne parlato prima, visto che questo libro l’ho letto ormai da un bel po’ e mi è piaciuto parecchio.
Non solo per la tematica, ma anche per lo stile dell’autore, che confesso di non aver conosciuto prima.
L’ho scelto perché il tema “rapporto di coppia post-figlio” mi era (e mi è) molto caro. Come spesso accade, mi sono rifugiata nelle pagine per avere risposte a una domanda che torna spesso nella mia vita: “Capita solo a me?”.

Continue reading ““Il padre infedele”, pugno allo stomaco che aiuta a riflettere”

Primo pensierino per la festa del papà!

Trovo finalmente un attimo per condividere il primo lavoretto fatto insieme per la festa del papà.  Devo dire che non è stato semplice come credevo fare le impronte dei piedini, Pablito aveva paura/schifo del colore, un po’ viscidino e rosso sangue. Ho comprato i colori per la digitopittura da Prenatal, ma ho dovuto metterglielo piano piano sui piedini tipo massaggino e poi fare lo stampo sul foglio. Mille prove prima di farne uscire una decente! Comunque il risultato eccolo qui, devo solo trovare una cornice, per i bordi ho usato uno dei miei washi tape. Speriamo piaccia al padre e buona festa del papà a tutti!

“Preparati!” – Guida pratica per neopapà. Venerdì del libro

 

L’ho regalato a mio marito mentre ero incinta e lui, come al solito, ha finito per farmi sentire una schiappa davanti a un secchione. Quando ci stavamo per addormentare, finiva spesso per uscirsene con cose come: “ma lo sai che il tipo di pianto del neonato si riconosce in base…”, “ma lo sai che per far addormentare il piccolo…”, “…che per stimolare la sua fantasia…”.
Insomma, da un lato ero compiaciuta dal fatto che si stesse impegnando così nel suo ruolo di futuro padre, dall’altro mi faceva sentire l’ultima della classe perchè nel frattempo io avevo lasciato i libri di puericultura per lanciarmi in letture frivole e divertenti tipo “Quello che le mamme non dicono” (geniale). Quindi mi sentivo come la “somara” di turno, anche se cercavo di giustificarmi col fatto che chi rischiava la pelle ero io e quindi era giusto che mi rintanassi in letture rilassanti.
Continue reading ““Preparati!” – Guida pratica per neopapà. Venerdì del libro”