Chi sono?

Sono una mamma, come avrete facilmente intuito, quindi passo gran parte della mia giornata a dire frasi tipo “non toccarlo” o “scendi da lì”. Mio figlio ha 3 anni ma parla come un ragazzo di 16, a volte ragiona come uno di 32 e spesso ha la pigrizia di un pensionato. Per questo uno dei suoi soprannomi è Benjamin Button, ma spesso qui sopra viene citato come Pablito. Da quello che abbiamo capito di lui finora sembra già portato per una carriera nel mondo dello spettacolo. O del crimine.

Sognavo di fare l’inviata da New York e invece mi sono ritrovata per un (troppo) lungo periodo a scrivere come freelance da casa, a Roma, mangiando cioccolata davanti al pc e inventandomi colleghi immaginari. Tipo Tom Hanks con Wilson in Cast Away. Ma già il fatto che mi paghino per scrivere non è male.

Ho viaggiato, fatto cose,  visto gente, intervistato personaggi famosi dello spettacolo, organizzato eventi, mi sono occupata di ufficio stampa, marketing, ma ho anche lavorato come operatrice per l’infanzia. Nonostante tutto questo, a pochi giorni dal parto ho scoperto che sarei rimasta senza lavoro e ho iniziato a fare la mamma a tempo pieno. Tutt’ora torno a farlo, in alcuni periodi, quindi vivo lo stress della mamma lavoratrice (sempre da casa, con i suoi pro e i suoi contro) e di quella full-time. Ma anche i vantaggi.

Una laurea in Scienze della Comunicazione di cui a volte mi pento, anche se ho imparato davvero molto. Una laurea ottenuta dopo aver sopportato per 5 anni le battutine di chi derideva la mia facoltà appena la nominavo. Ho camminato per anni con un equilibrio precario e sono stata una bad girl che ballava hip hop e diceva spesso bugie, poi ho incontrato mio marito, che con la sua pazienza da asceta ha cambiato il mio modo di vivere, senza mai forzarmi.

Amo il teatro, la scrittura, i libri, i viaggi, le parentesi, i videogiochi e chi lascia i commenti ai miei post. Ho dato il via a questo blog perché ero incinta e in cerca di risposte. Cercavo di capire se in giro ci fosse qualche mamma nelle mie condizioni, che si ponesse le stesse domande (“ora che faccio?”), e da allora è un po’ la mia seconda casa virtuale, il mio rifugio quando sono stressata.

Mail: bloggeradmin@mammaorachefaccio.com

Intervista per il settimanale F

Questa ero io…

…e poi è arrivato il panzerotto di casa, a rendere tutto più complicato, ma anche più divertente

3 pensieri riguardo “Chi sono?

  1. Buongiorno,

    mi chiamo Andrea Borgia e sono proprietario di un negozio one line di Giocattoli Ecologici per Bambini e Neonati.

    http://www.biosolex.com/

    Nel nostro negozio abbiamo una sezione dedicata ai Bisogni Educativi Speciali:

    http://www.biosolex.com/categorie/bisogni-educativi-speciali/

    Vorrei sapere se è disponibile a sviluppare insieme interessanti progetti di collaborazione.

    Resto in attesa di un suo riscontro.

    Cordiali saluti,
    Andrea Borgia.

    Mi piace

  2. Hiiiiii grazie ❤ ho un altro Liebster a cui devo ancora rispondere, con piacere, dopo essere stata nominata da un'amica blogger...unirò due piccioni con una fava e rispondo a tutte e due con piacere e tanta tanta gratitudine!!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.