Giochi di rilassamento: un libro, tante attività per bimbi dai 2 ai 6 anni

giochi di rilassamento per bambini 2-6 anni libro infoC’è poco da dire: il libro Giochi di rilassamento – Attività per bambini da 2 a 6 anni ci ha veramente conquistato. Ovviamente intendo me e lo gnomo super-mega-attivo. Quello che non sta un attimo fermo, che non si prende mai un secondo per calmarsi, “respirare”, riposare. Normale, probabilmente, ma essendo stata in gravidanza una “mamma yogica”, una che comunque non ha mai smesso di dedicarsi alla meditazione, alle tecniche di rilassamento, allo yoga o alla ricerca dell’agognato stato mindfulness, sono stata anche una di quelle che non si aspettava l’arrivo di un tornado simile in casa nostra.

Ho trovato questo libro, corredato di cd con musiche e canzoncine, a una fiera e ho voluto provare. Raramente un acquisto si è rivelato più azzeccato: per il 4enne il momento in cui tiriamo fuori il libro in questione è un momento di festa. Soprattutto perché ci prendiamo un momento per noi due, che spesso passiamo tanto tempo tra supermercato, parco giochi (con tutto il caos degli altri bambini che ne consegue), merende in casa con amichetti (idem), piscina, feste e altri eventi in cui siamo circondati di persone, oppure di fretta.

Continua a leggere “Giochi di rilassamento: un libro, tante attività per bimbi dai 2 ai 6 anni”

“I no che aiutano a crescere”: quando il “no” diventa un atto d’amore

Devo dirlo: di tutti i libri letti sul tema dell’educazione, puericultura, “genitorialità” e chi più ne ha ne metta, questo è tra i miei preferiti. Comprato con un certo scetticismo, l’ho lasciato lì per non so quanto tempo, pensando non fosse adatto a me: Pablito era troppo piccolo per dirgli no. Non faceva capricci, aveva solo dei bisogni, delle necessità. Questo fino ai due anni.

Avvicinandosi al secondo compleanno, infatti, ho visto trasformarsi davanti ai miei occhi il mio “neonato” in un bambino vivace (ma quello lo è sempre stato sin dalla nascita) che, però, ora mi sfidava, che voleva capire fin dove poteva spingersi, che forse stava reagendo con i primi veri capricci al mio nuovo lavoro, che per la prima volta ci ha “allontanato”. Non so. Sta di fatto che questo libro mi ha fatto riflettere moltissimo. Prima di tutto sul fatto che spesso ci comportiamo con i nostri figli secondo modelli dettati dalla nostra esperienza personale, secondo quello che noi vorremmo al posto del piccolo, influenzati dal modo in cui siamo stati cresciuti, senza capire quali sono, invece, le necessità della piccola persona che abbiamo davanti. Un meccanismo inconscio, di cui facciamo fatica a renderci conto.
Continua a leggere ““I no che aiutano a crescere”: quando il “no” diventa un atto d’amore”