Gubbio tra Natale e Capodanno: cosa fare e mete imperdibili

La prima volta che sono stata a Gubbio ero incinta, più o meno al sesto mese di gravidanza, pronta a festeggiare il Capodanno con amici che avevano uno o due figli a testa, di età compresa tra uno e 5 anni. Gubbio sotto Natale è ancora più magica, nonostante il freddo o forse proprio per questo. Poggiato sul fianco del Monte Ingino, l’albero di Natale più grande del mondo sovrasta benevolo l’intera cittadina: con una base di 450 metri, l’albero si estende per oltre 750 metri (circa trenta campi di calcio, come si legge sul sito www.alberodigubbio.com/). Le radici di questo albero, composto da corpi illuminati che regalano un effetto cromatico incredibile, affondano nelle mura della città per arrivare in alto, fino alla basilica di Sant’Ubaldo, il Patrono, che si trova in cima alla montagna. Altro punto di interesse da non perdere.

Continue reading “Gubbio tra Natale e Capodanno: cosa fare e mete imperdibili”