Smart Home: i dispositivi essenziali per ottenere una casa sicura con consumi limitati (a Natale, ma non solo)

Ok, a quest punto è chiaro che sto attraversando un momento di “pazzia” per la casa, ma è anche vero che sto lavorando molto per renderla il più accogliente e sicura possibile. Inoltre, con l’arrivo del freddo, ultimamente ci sta piacendo più del solido rifugiarci nel nostro nido e avvertire quel senso di protezione e serenità. Così, dopo aver parlato di idee low cost per ottenere un bagno da favola con senza spendere enormi budget e dopo aver presentato alcune idee per portare la luce naturale in casa grazie a finestre non convenzionali, oggi tocchiamo un argomento decisamente più hi-tech. Parliamo di smart home.

Continua a leggere “Smart Home: i dispositivi essenziali per ottenere una casa sicura con consumi limitati (a Natale, ma non solo)”

November home projects #1: sfruttare finestre e infissi in modo non convenzionale

Eccoci qui: parte da oggi una mini-rubrica che ci terrà compagnia per il mese di novembre, tutta dedicata alla casa. Il nostro nido o, per lo meno, quello che dovrebbe essere il nostro nido se solo avessimo più tempo/soldi/fantasia per occuparcene al meglio. Capita solo a me di (dover) rimandare spesso lavori o piccoli progetti che renderebbero la casa più accogliente? Dal momento che questo blog va avanti principalmente grazie alla voglia di condividere idee e entusiasmo, di far tornare la voglia di migliorare anche a chi l’ha persa (come è accaduto e accade di tanto in tanto alla sottoscritta), cercherò di dare più spazio alle idee per la casa, tra organizzazione, arredamento, progetti e design.

Continua a leggere “November home projects #1: sfruttare finestre e infissi in modo non convenzionale”

Consigli per organizzare al meglio il cambio di stagione per (e con) i bambini

Anche se qui a Roma si va ancora in giro a maniche corte nonostante l’autunno inoltrato, inutile far finta di niente: è ora di affrontare, se non l’avete già fatto, il temuto cambio di stagione. La maternità mi ha fatto passare da ragazza che gettava le sue giacche dove capitava, con grande rabbia della madre, a donna che cerca il più possibile di trovare un proprio metodo di organizzazione semi-scientifica per regalare al figlio (e ok, dai, anche al marito) un nido accogliente in cui vivere.

Perciò oggi si affronta il problema di come affrontare il cambio di stagione per l’armadio dei bambini. Se cercare ispirazione per sopravvivere al cambio di stagione per i vestiti degli adulti, invece, vi consiglio la lettura di un interessante articolo pubblicato su Habitissimo.it: qui troverete spunti e consigli per gestire al meglio la questione, con metodo, pazienza, ma anche uno spirito positivo (in fondo rimane una buona occasione per liberarsi dei vecchi capi e fare spazio a nuovi acquisti, vediamola così).

Continua a leggere “Consigli per organizzare al meglio il cambio di stagione per (e con) i bambini”

Da Auchan arriva la SpeedyCup di Cars 3 per una sfida tra piccoli amici

Non so voi, ma dopo la Minion-follia degenerata con l’uscita di Cattivissimo Me 3 al cinema questa estate, a casa mia ora è scoppiata la moda di Cars, che il folletto ha scoperto solo ora, a 4 anni. Prima, infatti, ha dimostrato poco entusiasmo per macchine e macchinette, ma da quando ha visto al cinema il terzo capitolo della saga di animazione, nelle sale in questi giorni, impazzisce per ogni gadget che vede nei negozi.

Perché ve ne parlo? Perché i protagonisti di Cars 3 sono arrivati anche tra gli scaffali del supermercato e, per essere più precisa, presso gli ipermercati e centri commerciali #AuchanItalia. Oltre alla possibilità di raccogliere bollini per collezionare gli 8 cuscini ispirati ai protagonisti del film d’animazione, infatti, sarà possibile raccogliere e collezionare anche le SpeedyCard per sfidare i propri amici (qui maggiori informazioni).

Continua a leggere “Da Auchan arriva la SpeedyCup di Cars 3 per una sfida tra piccoli amici”

“Cambia il destino dei bambini in fuga dalla guerra” con un SMS o una telefonata

Finalmente riesco a fermarmi per tornare a parlare di solidarietà. L’organizzazione umanitaria INTERSOS, infatti, dal 15 settembre scorso ha lanciato a la campagna di raccolta fondi “Sogno la fine di un viaggio da incubo”, che durerà fino al 15 ottobre e che ha come obiettivo quello di realizzare INTERSOS24, un nuovo centro di accoglienza nella periferia est di Roma, aperto 24 ore al giorno, per minori stranieri non accompagnati. Si tratta di bambini e adolescenti costretti ad affrontare da soli il difficile viaggio lontano dalla propria casa e dal proprio paese di origine.

Continua a leggere ““Cambia il destino dei bambini in fuga dalla guerra” con un SMS o una telefonata”