Giorni grigi tra pioggia e nuovi giochi

Non sono molto presente sul web, in questo periodo. Non sono molto presente neanche a me stessa, credo. Sarà la pioggia incessante, che ci costringe a chiuderci in casa per giorni, trasformando me e Paperetti nella versione soft di Shining…con lui che, sempre più simile a Jack Nicholson, mi chiama dal suo box: “Wendy?…..mammaaaaaa?”. Dopo troppi giorni chiusi in casa c’è da diventare scemi. Sopratutto quando l’esserino in questione non parla, non cammina ancora da solo (obbligandoti a camminare per gran parte della giornata con la schiena a 90º, per accompagnarla nei suoi primi passi….ormai vedo la Madonna che piange lacrime di sangue….). Insomma, c’è lì la tv, anzi, Baby Tv, a cui ho intenzione di donare il mio 5 x 1000 per le occasioni in cui mi ha permesso di lavarmi i capelli, che ti guarda, ti tenta, ma tu sai che non puoi abusarne, quindi eccoti lì a “inventare” giochi ripescando idee dalla tua spicciola “cultura pedagogica”…

il famoso “cestino dei tesori”, che un po’ lo tiene occupato tra mestoli, imbuti, passino e ogni genere di utensile della cucina (non potenzialmente letale…) lo possa incuriosire. E lì giù attento a studiare come un pazzo com’è fatta una frusta per montare la panna, uno strofinaccio (pulito! Almeno questo!), una spazzolina…

E poi facciamo un bagnetto tra le formine colorate, così si diverte a toccare con mani, piedi e bocca quei cubetti che di solito schifa così tanto (“madre, ma cosa sono questi giochi da poppante?! Passami il lettore cd, che sai quanto io preferisca l’elettronica…”). Anche questa sembra abbia funzionato…
L’acqua non c’era ma lui sgambettava ugualmente, come se avesse dovuto nuotare. Che bella scena, davvero 🙂
E poi ti ingegni e gli crei un angolo morbido tutto suo, con giochi che stimolino la logica. Anche questo un po’ lo tiene a bada ma non c’è niente da fare: mio figlio ama stare fuori casa, guardare i colori e annusare gli odori e curiosare tra la gente e spero proprio che questo inverno finisca presto! Essendo nato il primo giorno di primavera, siamo sempre stati fortunati e abbiamo vissuto tanto all’aria aperta. Tenerlo a bada con la pioggia è dura, anche se quando ce la facciamo andiamo a trovare qualche amichetto. Ma ormai non è più come  “ai miei tempi”, quando faceva uno sgrullone e via, ormai fuori dalla finestra c’è sempre il CATACLISMA che si abbatte sulla città, quindi si ha paura anche ad allontanarsi troppo di casa. Continuerò a inventarmi giochi e a cercare in rete. Facendo la danza del sole.
 


8 thoughts on “Giorni grigi tra pioggia e nuovi giochi

  1. Abbiamo la stessa vasca per bagnetto, Ikea giusto?
    Carine le tue invenzioni, semplici ma sempre efficaci. Vedrai che anche l'inverno passerà, come tutti gli anni e allora ci mancherà (o almeno, a me poi manca sempre la neve ed il cielo terso, però quest'anno c'è solo la prim).

    Mi piace

  2. il cestino dei tesori lo uso anche io, però andrebbe aggiornato ogni tanto e io non riesco a reperire altro, infatti ora lo interessa un po' meno.
    l'idea della piscina di giochini è carina, ci proverò, tanto pioggia o non pioggia bisogna sempre inventarsene una per intrattenerli!

    Mi piace

  3. Veniamo fuori proprio da un week end passato in casa, non per la pioggia ma per qualche refuso dell'influenza. E' come hai detto tu: si cammina a 90 gradi ( ho la schiena a pezzi!) si inventano giochi di tutti i tipi e bhe …si ammetto di averla messa non dentro la vaschetta del bagnetto ma dentro la scatola di un paio di stivali! :-)))

    Mi piace

  4. Si, Ikea! Guarda, non vedo l'ora di provare nostalgia per l'inverno! Non so da te ma qui le giornate si stanno un po' allungando e riscaldando…le passeggiate con Pablito mi mancano e mi rilassano 😦

    Mi piace

  5. ciaoooooooooooooo…sono di ritorno dopo una lunga pausa!! che tenerezza le foto del tuo cucciolo. anche qui a napoli sono stati mesi duri tra pioggie e febbre febbre e febbreeeeeeeeeeeeeeee…aspettiamo la primavera per mettere un pò la testolina fuori e prendere un pò d'aria!
    un piacere leggerti saluti
    mamma manager

    Mi piace

  6. Sì anche io devo sempre cambiare oggetti altrimenti ciaoooo, “il passino è passato di moda ma' !” Ahahahah ogni tanto pasticciamo anche col cibo…anche perché magari così inizia a mangiare con le manine, che ancora non gli piace molto (sarà normale?)

    Mi piace

  7. Ooooohhh che piacere risentirti!! Qui nel frattempo che non ho scritto un po' di primavera è arrivata ma fa ancora abbastanza freddo…e comunque freddo o caldo questo nano qui vuole comunque giochi sempre nuovi…ma come si fa?!?! 😛

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...